Come estendere la tua rete Wifi con un vecchio router | Offerta Speciale -50%

Questo è lo scenario più irritante: installi il tuo router nella tua nuova casa o appartamento e il tuo wifi funziona perfettamente fino a quando i tuoi download (o streaming) non si fermano in quella zona. al di fuori dell'ambito del router, ad esempio il luogo esatto in cui si guarda l'Apple TV sul divano, si ascolta la musica sul banco di lavoro o si guardano film a letto.

Ci sono molte cose che puoi usare scricchioli un po 'di più la gamma uscire dalle apparecchiature esistenti. Se le tue apparecchiature di rete sono obsolete o non vuoi ingombrare, di solito ti consiglio di acquistare qualcosa di nuovo: un router migliore che supporti le velocità wireless più elevate che i tuoi dispositivi sono in grado di gestire, un sistema mesh wifi con backhaul dedicato. connessione o anche un'estensione wifi super economica se ne hai bisogno po ' più spazio per compiti più semplici.

Se non vuoi spendere un centesimo in più per la tua configurazione, hai un'alternativa: usa un vecchio router per estendere (o sviluppare) il segnale wireless dal tuo router principale. Conoscete questo, questo cavallo da lavoro fedele e in pensione che avete tenuto in caso di emergenza (o pigrizia).

Invece di lasciare accumulare più polvere, puoi riutilizzare il vecchio router per aumentare la portata della tua rete wireless a casa. Questa non è una soluzione perfetta, soprattutto perché è un vecchio router wireless-n che stai cercando di imporre sul tuo nuovo mondo wireless, ma questo è può almeno farti risparmiare denaro e possibilmente offrirti migliori prestazioni wireless. un'estensione più semplice. Non sprecare, non vuoi?

Opzione 1: un nuovo punto di accesso

La cosa migliore da fare con un vecchio router wifi che non usi più è convertirlo in un semplice punto di accesso wireless. Finché la tua casa o il tuo appartamento è cablato per Ethernet (o non sei disturbato dal cablaggio), è un modo semplice per offrire la connettività wireless a un'area che non ha già questa connessione ( o il cui segnale è debole).

Per iniziare, collega il tuo vecchio router (porta WAN) al nuovo router (porta LAN) e collega un dispositivo al vecchio router. Visualizza le impostazioni del tuo vecchio router – ulteriori informazioni su come farlo qui– e cercare una sorta di "modalità punto di accesso" come è comunemente noto. A seconda del router, questo può anche essere chiamato "modalità bridge, "Quale è un termine confuso di cui parleremo più avanti in questo articolo.

Quello che stai cercando di fare è disabilitare il server DHCP del router, ovvero come i dispositivi collegati ricevono un indirizzo IP interno dal router. Se non lo fai, commetti il ​​peccato della rete di correre un router all'interno di un router, che potrebbe causare problemi per tutto ciò che fai sui dispositivi collegati al tuo secondo router.

Nota: questo passaggio modificherà l'indirizzo IP utilizzato per accedere alle impostazioni del router tramite il browser, se hai percorso questo percorso. Sarà inoltre necessario ripristinare il router e instradare il cavo Ethernet dalla sua porta WAN a una delle sue porte LAN. Per trovare il nuovo indirizzo IP del tuo vecchio router, estrai il tuo più recente configura il router e cerca la sezione in cui il tuo router elenca i dispositivi collegati. Il tuo vecchio router dovrebbe farne parte.

(Probabilmente puoi anche impostare manualmente l'indirizzo IP del router nella sua schermata di configurazione, se preferisci ricordare in questo modo.)

Posiziona il tuo router in un posto perfetto ovunque tu intenda espandere le tue capacità wireless, supponendo che tu abbia un cavo Ethernet abbastanza lungo o un cablaggio montato a parete.

È conveniente configurare le reti wireless del vecchio router con lo stesso SSID e password delle reti wireless esistenti. Mi piace assegnare loro nomi diversi da quelli delle mie reti wifi esistenti (stessa password) perché posso quindi decidere a quale punto di accesso connettersi: il router più recente o il più vecchio.

Perché? Perché i tuoi dispositivi sono probabilmente stupidi e si aggrappano troppo a lungo a un segnale wireless di potenza inferiore e il tuo vecchio router probabilmente non supporta tutte le funzionalità per dispositivi che rimbalzano con segnali deboli fuori dal punto di accesso. L'uso di SSID separati per i tuoi diversi router significa che devi assicurarti di essere connesso alla buona rete wifi se ti muovi molto tra i due, ma è un piccolo problema di prestazioni. Non vuoi che il tuo dispositivo si aggrappi al segnale del tuo vecchio router, quindi se la rete wifi più veloce sul tuo nuovo router è un'opzione migliore (o viceversa).

Opzione 2: utilizzare la modalità ripetitore wireless del router

Esamina le impostazioni (o il manuale) del tuo router per determinare se ha una sorta di "ripetitore wireless", "extender" o "ponte"Modalità: sì, è ancora questa parola chiave che i produttori di router adorano usare per significare cose diverse.

Se non sei sicuro di selezionare la modalità corretta o meno, controlla se il manuale del tuo vecchio router (o la descrizione della funzione nell'interfaccia utente del router) indica che questa modalità consentirà al tuo vecchio router di connettersi a un altro router usando il suo segnale wireless. Ancora più importante, il tuo vecchio router anche deve essere in grado di accettare connessioni wireless dai dispositivi.

(A volte quando i produttori di router dicono "bridge wireless", intendono collegare due router insieme tramite wifi senza consentendo a tutti gli altri client wireless di connettersi. In questo scenario, tutti i dispositivi collegati al vecchio router tramite un cavo Ethernet si unirebbero alla tua rete più grande.)

Se ci pensate, questa configurazione sostituisce il cavo Ethernet del passaggio precedente, quello che collega il nuovo router al vecchio router, con un segnale wireless. Questo tipo di configurazione presenta anche un grosso svantaggio: se si utilizza il vecchio router come estensione WiFi, si dimezzeranno le prestazioni per i dispositivi collegati. ApprenezTomate descrive perché:

"L'uso di un bridge wireless in modalità ripetitore e in modalità WDS presenta degli svantaggi. Se il router secondario ritrasmette il segnale wireless (invece di collegare i computer client con un cavo), la velocità wireless nell'edificio secondario verrà ridotta della metà. Ogni trasmissione è chiamata "salto". Il secondo salto wireless è quello che effettua il tiro. (…)

Fondamentalmente, i client wireless collegati al secondo router non avranno le stesse prestazioni dei client wireless collegati al primo router. Perché? Perché il trasmettitore nel secondo router deve fare il doppio del lavoro. Deve prima ricevere il segnale dal router principale e quindi inoltrarlo ai client wireless. "

Ecco perché è sempre meglio utilizzare una connessione Ethernet, se possibile, per collegare i punti di accesso al router principale. Un bridge wireless potrebbe essere più conveniente, ma la tua velocità potrebbe risentirne.

Se il tuo router non è un ripetitore, creane uno

È probabile che il tuo router, vecchio (o economico), non abbia un'opzione integrata nella sua interfaccia utente che ti consenta di usarlo come punto di accesso o estensione. Resisti alla tentazione di far cadere questo router nel cestino perché hai ancora la possibilità di piegarlo come preferisci. Dovrai eseguire il flashing con firmware di terze parti (il software con cui interagiresti per modificarne le impostazioni), che può aiutarti a sbloccare funzionalità con cui non potevi giocare prima.

Mi piace usare DD-WRT me stesso, ma puoi anche provare OpenWRT o pomodoro-oppure AdvancedTomato, se desideri un'interfaccia grafica più gradevole. Dovrai scavare un po 'per vedere quale firmware funziona con il tuo router specifico (se presente) ed essere consapevole che il tuo router potrebbe anche avere versioni diverse. (Questo è qualcosa a cui probabilmente farai riferimento con ciascun firmware di terze parti guardando l'etichetta nella parte inferiore o posteriore del router.)

È importante ottenere il firmware e il firmware giusti per il tuo router specifico, perché il flashing del router con un firmware errato potrebbe causare molti problemi che potrebbero richiedere molto più tempo. per riparare. Puoi controllare il supporto del tuo router esatto qui:

Da quando lo pratico su un Archer C7 TP-Link, ho deciso di andare con il buon vecchio DD-WRT. Ho iniziato a guardare nella parte inferiore del mio router per confermare che avevo la versione hardware "v2", quindi ho scaricato il firmware corrispondente (factory-to-ddwrt.bin) dal sito Web DD-WRT.

Cattura dello schermo: David Murphy ( (DD-WRT)

Sono quindi passato alla solita interfaccia Web di Archer C7 (digitando il codice 192.168.0.1 nel mio browser Web) per navigare nella sezione che normalmente useresti per aggiornare il firmware del router con una nuova immagine di TP-Link. . Invece, ho selezionato il file .BIN DD-WRT che ho appena scaricato e ho lasciato "er rip.

Cattura dello schermo: David Murphy

… e non è successo niente.

Cattura dello schermo: David Murphy

Come a volte, il processo di aggiornamento del firmware non ha accettato l'immagine che chiaramente non era TP-Link. Se questo ti accade, non mollare. Ho visto i forum DD-WRT, trovati il post gigantesco per il router Archer C7 e ho appreso che probabilmente avrei maggiori possibilità di battere le palpebre con il mio router l'ultima versione beta di DD-WRTpiuttosto che quanto elencato nel database dei router del sito. L'ho fatto e … successo!

Cattura dello schermo: David Murphy

Ho quindi visitato la scheda Wireless di DD-WRT e ho cercato la sezione "Wireless Mode" delle radio a 2,4 GHz e 5 GHz sul mio router. Ho cliccato sull'elenco a discesa e … di nuovo, niente. Nessuna modalità "ripetitore" da selezionare. Si scopre che Archer C7 utilizza un chip Qualcomm Atheros e quello non supporta "Modalità facile", o il modalità ripetitore convenzionale che altrimenti potresti selezionare. Sigh.

Cattura dello schermo: David Murphy

Se sei su questa barca, hai ancora delle opzioni. Questa lezione, sebbene esteso, dovrebbe essere in grado di configurare il tuo vecchio router come extender WiFi. Se stai usando un router dual band, è ancora più semplice. Seguire i passaggi per connettere il vecchio router al nuovo router tramite "modalità client", ma non creare un'interfaccia virtuale. Usa invece l'altra radio del tuo router in modalità AP: i dispositivi si collegheranno ad essa e il tuo vecchio router utilizzerà l'altra radio per la connessione di backhaul al router esistente.

Cattura dello schermo: David Murphy

A questo punto, probabilmente vorrai che tu mordi il proiettile e acquisti semplicemente un'estensione economica. Non ti biasimo, ma quello è divertente, ed è molto più facile di quanto pensassi.

per riassumere

Se non stai cercando di spendere soldi per aggiornare la tua configurazione Wi-Fi domestica, dovresti considerare di utilizzare un vecchio router per estendere il tuo segnale wireless a casa tua. Ogni piccolo conta. Considera queste linee guida quando stabilisci la tua nuova configurazione di rete Frankenstein:

  • Se possibile, collega il tuo vecchio router alla tua rete esistente con l'aiuto di un cavo Ethernet.
  • Non dimenticare di disabilitare le funzionalità di "routing" del tuo vecchio router. Se il tuo vecchio router ha una modalità "punto di accesso", questo rende ancora più semplice.
  • Prendi in considerazione l'utilizzo di SSID diversi per le tue reti vecchie e nuove in modo da poter controllare più manualmente la modalità di connessione dei vari dispositivi.
  • Puoi anche provare a configurare il tuo router come extender wireless, ma le tue prestazioni ne risentiranno.
  • Se il tuo router non ha una modalità di espansione wireless per impostazione predefinita, potresti sbloccarlo con firmware di terze parti per sbloccare la funzione.

Questa storia è stata pubblicata il 30/07/13 ed è stata aggiornata il 27/06/19 per fornire informazioni aggiornate.

Come estendere la tua rete Wifi con un vecchio router | Offerta Speciale -50%
4.9 (99%) 74 votes
 

Lascia un commento