DJI Mavic 2 Pro e Zoom Review: Coppia di assi | Black Friday -50%

DJI ha un nuovo modello nella gamma Mavic, il Mavic Mini. A differenza di altri droni dell'azienda, il Mavic Mini non richiede la registrazione FAA ed è facile da pilotare. Dai un'occhiata alla nostra recensione approfondita di Mavic Mini per saperne di più.

All'inizio di questo mese, DJI ha alzato il sipario su due nuovi droni: il Mavic 2 Pro e il Mavic 2 Zoom – probabilmente due dei droni più avanzati che l'azienda (o qualsiasi altra società del genere) abbia mai avuto lanciato. Sebbene siano più potenti che mai, sono anche abbastanza simili alla linea originale DJI Mavic in molti modi. Quindi, per scoprire cosa li distingue dai loro predecessori (e anche cosa li distingue gli uni dagli altri), abbiamo utilizzato i due droni per una settimana di rigorosi test di volo. Ecco com'è andata:

Caratteristiche e specifiche eccezionali

Prima di approfondire questa recensione, è importante notare che, a parte le telecamere che trasportano, i due droni DJI Mavic 2 sono identici tra loro in termini di specifiche. Pertanto, ogni volta che ci riferiamo a una funzione non correlata alla fotocamera, puoi tranquillamente presumere che questa funzione sia presente sia su Mavic 2 Pro che su Mavic 2 Zoom ..

Ad essere sinceri, la serie Mavic 2 non è un enorme miglioramento rispetto all'originale Mavic Pro per quanto riguarda le specifiche del volo grezzo. I droni possono rimanere in aria per qualche minuto in più (31 anziché 29) e possono volare alcune miglia all'ora più velocemente (44 invece di 40) rispetto ai loro antenati – ma questo è tutto . I miglioramenti più importanti sono il software, le capacità di rilevamento e le telecamere di Mavic 2.

In verità, gli unici concorrenti che portano carte Mavic 2 sono altri droni DJI.

Dal punto di vista software, Mavic 2 viene fornito con il nuovo ActiveTrack 2.0 di DJI, che consente al drone di seguire i soggetti in movimento in modo autonomo e con più precisione che mai. Inoltre, Pro e Zoom sono dotati di OcuSync 2.0: l'ultima versione della tecnologia di trasmissione video di DJI, che ti consente di vedere cosa sta vedendo il drone in tempo reale, ora a 1080p.

DJI ha inoltre dotato la serie Mavic 2 di un sistema di rilevamento ambientale notevolmente migliorato. Mentre l'originale Mavic Pro ha rilevato solo ostacoli davanti (e Mavic Air aggiunto dietro e giù), la seconda generazione ha senso ed evitamento omnidirezionale, grazie a 10 sensori posizionati nella parte anteriore ; anteriore, posteriore, sinistro, destro, superiore e inferiore.

Infine, il Mavic 2 ha una delle due nuove fotocamere. Il Mavic 2 Pro ha una fotocamera Hasselblad integrata con un sensore CMOS da 1 pollice e un'apertura regolabile, mentre il Mavic 2 Zoom ha un sensore da 1 / 2,3 pollici più piccolo, nonché la possibilità di zoomare da 24mm a 48 mm. Approfondiremo le specifiche della fotocamera in seguito.

Tutto sommato, la linea Mavic 2 è decisamente più scalabile che rivoluzionaria, ma in questo caso è una buona cosa. DJI sembra aver mantenuto tutto ciò che ha funzionato bene nei droni Mavic di prima generazione e ha funzionato solo in aree in cui erano possibili miglioramenti significativi. Lo apprezziamo C'erano molte cose buone nel Mavic originale, e siamo contenti che DJI non abbia provato a riparare ciò che non è stato rotto.

Costruire qualità e sostenibilità

Quando si tratta di progettare e costruire qualità, la gamma Mavic 2 è una mela che non è caduta lontano dall'albero proverbiale, quindi è costruita come una dependance in mattoni. L'originale Mavic Pro è uno dei droni più robusti e costruiti che abbiamo mai pilotato, e la serie Mavic 2 non è diversa.

L'originale Mavic Pro è uno dei droni più robusti e costruiti che abbiamo mai pilotato, e la serie Mavic 2 non è diversa

In termini di forma, poco è cambiato. La serie Mavic 2 sembra e sembra quasi identica ai suoi fratelli più grandi, ad eccezione di alcune piccole modifiche. Questa generazione è leggermente più grande e più pesante, e ha anche alcuni sensori aggiuntivi integrati nel suo guscio – ma è qui che finiscono le differenze. Fortunatamente, la nuova flotta ha ancora lo stesso design impressionante con bracci pieghevoli e costruzione solida come una roccia.

Questa volta non abbiamo sovrascritto le nostre unità di prova, ma a causa della nostra vasta esperienza con il Mavic di prima generazione (che è sostanzialmente simile nella qualità costruttiva), siamo sicuri che Pro e Zoom potrebbe barilare tra i cespugli, urtare i rami e rimbalzare nello zaino – e vivere per volare un altro giorno.

Durata della batteria e tempo di ricarica

DJI afferma che Mavic 2 può librarsi per 29 minuti in condizioni ottimali e, grazie al suo design aerodinamico, può rimanere in aria fino a 31 minuti se guidato a una velocità costante di 7 miglia orarie (25 km / h). Come al solito, queste statistiche sono state ottenute in condizioni che è molto improbabile che tu possa incontrare nel mondo reale, quindi abbiamo eseguito entrambi i droni attraverso la nostra serie di test. resistenza per ottenere una migliore lettura dei tempi di volo effettivi del Mavic 2.

Il primo di questi è stato un test al passaggio del mouse statico, in cui lasciamo passare i due droni fino a quando non scaricano le batterie e atterrano automaticamente. I nostri due test hover sono durati in media 28 minuti e 14 secondi, il che non è lontano dai 29 minuti annunciati da DJI.

Successivamente, per avere un'idea della durata del Mavic 2 nel volo normale, abbiamo registrato i tempi di volo di tutti gli altri test di volo che abbiamo effettuato e li abbiamo calcolati in media. Durante 16 diversi voli che sono passati dal 100% della batteria a un atterraggio di emergenza automatico a batteria scarica, Mavic Pro e Zoom (che sono funzionalmente identici) hanno un tempo di volo medio di 28 minuti e 44 secondi. Non è abbastanza da quando DJI ha richiesto un massimo di 31 minuti, ma abbiamo registrato alcuni voli che hanno superato la barriera di 30 minuti, quindi il Mavic 2 non è certo da meno nel reparto batterie

Quando arriva il momento di ricaricare, puoi aspettarti da 45 a 50 minuti per caricare ogni batteria da scarica a piena, che è leggermente più veloce rispetto alle generazioni precedenti.

Sterzo, controllo e autonomia

Nell'aria, il Mavic 2 sembra quasi esattamente come i suoi predecessori – e con questo intendiamo che è stretto, atletico ed estremamente reattivo. Se hai già pilotato un drone DJI, ti sentirai come a casa con il Mavic 2. Inferno, anche se non hai mai pilotato un drone DJI prima, puoi comunque pilotarlo come un professionista. Il software di volo di DJI è di prim'ordine ed estremamente affidabile, quindi Mavic 2 va solo dove gli dici di andare, senza comandi alla deriva, vaganti o scivolosi. Per prendere in prestito una frase che abbiamo usato in passato: questi droni sono praticamente imbullonati al cielo.

DJI Mavic 2
Dan Baker / Tendenze digitali

Questi controlli manuali stellari, tuttavia, sono solo la punta dell'iceberg. Con il robusto sistema di evitamento degli ostacoli omnidirezionale del Mavic 2, puoi pilotare questi droni con più vigore e sicurezza che mai. Se stai per colpire un ostacolo, il software DJI emetterà un segnale acustico e ti avvertirà quando ti avvicini. Se ignori questi avvisi e continui a volare, il drone frena anche automaticamente per evitare un incidente. Va notato, tuttavia, che funziona solo dalla parte anteriore, posteriore, superiore e inferiore del drone. Sfortunatamente, i sensori sinistro e destro vengono attivati ​​solo quando si è in modalità ActiveTrack e il drone sta volando da solo.

Tuttavia, anche con il rilevamento laterale disabilitato durante il volo manuale, i due droni Mavic 2 si sentono estremamente sicuri e affidabili. Devi davvero fare tutto il possibile per piantarli – e quel tipo di fiducia nell'aria è in definitiva ciò che ti aiuta a ottenere immagini migliori.

Fotocamera e accessori

Come abbiamo detto prima, la fotocamera è l'unica funzione che separa il Mavic 2 Pro dal Mavic 2 Zoom. Il Mavic 2 Pro è dotato di una fotocamera Hasselblad e un sensore CMOS da 1 pollice, mentre il Mavic 2 Zoom è dotato di un sensore più piccolo da 1 / 2,3 pollici e 39; zoom ottico 24-48 mm.

Lo sparatutto Mavic 2 Pro è senza dubbio il migliore dei due. Oltre al sensore più grande (che offre una migliore risoluzione, una migliore gamma dinamica e migliori prestazioni in condizioni di scarsa luminosità), la fotocamera Hasselblad Pro è dotata di un'apertura regolabile, che è un'enorme novità. Il controllo del diaframma consente di ottimizzare la quantità di luce che penetra nella fotocamera e anche di modificare la profondità di campo. Gli utenti occasionali probabilmente rimarranno in modalità automatica, ma per i fotografi e i videografi, questa è un'enorme funzionalità che aumenta notevolmente il livello di controllo creativo che hai sulle immagini acquisite.

L'altra grande caratteristica è la registrazione a colori Dlog M a 10 bit. Non ti annoeremo dettagli tecnici qua. Tutto quello che devi sapere è che Mavic 2 Pro può registrare bene miliardo colori discreti, che fanno impallidire l'obiettivo da 16 milioni di zoom del Mavic 2. Detto questo, questa funzione è davvero necessaria solo se sei un regista o un fotografo professionista, ma non devi essere un professionista per vedere che differenza fa.

Questa funzionalità di zoom è una funzione incredibilmente divertente da avere su un drone.

Sfortunatamente, una cosa che Mavic 2 Pro non può fare è lo zoom, ed è qui che entra in gioco lo Zoom Mavic 2. Questa bestia ha uno zoom ottico 2x (24-48mm) e Zoom digitale 2x, il che significa che può simulare un teleobiettivo da 96 mm che cattura video senza perdita di dati in 1080p.

Come abbiamo scoperto nei nostri test, questa funzionalità di zoom è una funzione incredibilmente divertente da avere su un drone. Questo non solo ti consente di avvicinarti al soggetto senza volarlo davvero; ti dà anche accesso a un sacco di divertenti effetti creativi. Ad esempio, se scatti a 48 mm e ti metti in orbita stando trionfalmente in cima a una collina, la fotocamera comprime un po 'la prospettiva e fa apparire lo sfondo. muoviti a super velocità. Puoi anche ingrandire o rimpicciolire durante il volo per creare il famoso effetto Dolly Zoom reso popolare da Alfred Hitchcock, che conferisce ai tuoi video un aspetto davvero interessante. Alla fine, lo zoom Mavic 2 ti offre un maggior grado di libertà creativa e devi solo dimenticare il sensore di immagine più piccolo.

Alla fine della giornata, i due droni Mavic 2 hanno eccellenti telecamere, rendendo la scelta di uno solo un compito estremamente difficile. Onestamente, la nostra più grande lamentela è che DJI non ha dato a Mavic 2 un sistema di telecamere modulare, e invece costringe gli utenti a scegliere tra Zoom e Pro. Inspire 2 ha fotocamere intercambiabili, quindi DJI ha sicuramente la capacità di integrare sistemi di fotocamere intercambiabili nei suoi droni. È curioso sapere perché non lo ha fatto con la linea Mavic 2.

Il nostro punto di vista

C'è un'alternativa migliore?

Se stai cercando un drone portatile con una fantastica fotocamera, la serie Mavic 2 è piuttosto difficile da battere. Ti verrà difficile trovare un altro drone compatto con funzionalità comparabili, soprattutto se stai guardando fuori dalla flotta DJI. In verità, gli unici concorrenti che portano carte Mavic 2 sono altri droni DJI.

Se il tuo obiettivo principale è catturare immagini eccezionali, potresti prendere in considerazione DJI's Inspire 2. È più grande, più costoso e molto meno portatile, ma può trasportare una fotocamera più potente. Inoltre viene fornito con il suddetto sistema di scambio di fotocamere, che consente di aggiornare il tiratore senza acquistare un drone nuovo di zecca.

Se hai un budget ridotto e non hai necessariamente bisogno delle prestazioni video di alto livello o dell'evitamento degli ostacoli offerti dalla linea Mavic 2, DJI Mavic Mini è un'ottima scelta. È conveniente a $ 399, molto facile da volare e non richiede la registrazione presso la FAA.

Infine, se sei incuriosito dal potenziale creativo che Mavic 2 Zoom offre con le sue funzionalità di zoom, ma non sei pronto a spendere $ 1.249 per ottenerli, potresti voler dare un'occhiata Anafi Parrot Drone. Non è affidabile o autonomo nell'aria, ma costa solo $ 700 e ha una funzione di zoom molto simile. Ha anche un esclusivo gimbal a 180 gradi, che apre ancora più porte alla creatività.

Quanto durerà?

Anni. DJI fornisce ancora supporto software per i droni lanciati cinque anni fa – quindi non abbiamo dubbi sul fatto che la società rilascerà da anni aggiornamenti del firmware e correzioni di bug per la serie Mavic 2 a venire. Finché non ti schianterai contro un lago, Mavic 2 Pro e Zoom probabilmente ti dureranno a lungo.

Dovresti comprarlo?

Sì. Il Mavic 2 è senza dubbio il miglior drone multiuso che puoi ottenere in questo momento. L'unica domanda è quale ottenere.

Consigli degli editori






DJI Mavic 2 Pro e Zoom Review: Coppia di assi | Black Friday -50%
4.9 (99%) 74 votes
 

Lascia un commento