La base di spionaggio di Pine Gap in Australia è probabilmente coinvolta nell'assassinio di Qassem Suleimani | Promozione -50%

La base di spionaggio di Pine Gap in Australia è probabilmente coinvolta nell'assassinio di Qassem Suleimani

da
Patrick O’Connor

14 gennaio 2020

All'indomani dell'assassinio illegale del generale iraniano Qassem Suleimani il 2 gennaio, nessuno nei media e l'establishment politico australiano hanno sollevato la questione se la base di spionaggio di Pine Il divario nell'Australia centrale ha avuto un ruolo nel massacro.

In tal caso, alti funzionari del governo australiano sono coinvolti in crimini di guerra. L'incapacità della stampa e dell'opposizione laburista di chiedere una spiegazione al governo del primo ministro Scott Morrison è un'altra dimostrazione dell'élite al potere che si avvicina all'imperialismo americano. Il governo Morrison, con il tacito sostegno del leader laburista Anthony Albanese, ha risposto alla campagna di Washington per la guerra contro l'Iran raddoppiando il suo sostegno all'imperialismo americano in Medio Oriente e Medio Oriente. straniero (vedi "Il governo australiano sostiene le provocazioni americane contro l'Iran").

L'impianto di Pine Gap ha iniziato le sue attività nel 1970, quando è stato erroneamente fatturato come centro di "ricerca spaziale". In realtà, ha funzionato come un importante centro di raccolta di informazioni sul segnale per gli Stati Uniti, diretto principalmente contro l'Unione Sovietica. Dalla fine della guerra fredda, il ruolo di Pine Gap si è ulteriormente ampliato, con la costruzione di infrastrutture aggiuntive nel sito del deserto e l'assunzione di centinaia di persone in più. Secondo l'esperto di intelligence, il professor Des Ball della National University of Australia, Pine Gap è stato utilizzato per intercettare telefonate interurbane, trasmissioni satellitari, segnali antimissile e comunicazioni elettroniche per missili balistici.

Una sezione della struttura Pine Gap, credito: Felicity Ruby

Inoltre, l'informatore Edward Snowden dell'American National Security Agency (NSA) ha rivelato nei documenti pubblicati nel 2017 che Pine Gap ha, negli ultimi due decenni, svolto un ruolo vitale nell'assistenza alle operazioni militari statunitensi, incluso l'identificazione di obiettivi per missili e attacchi di droni. omicidi.

Un "profilo del sito" della NSA dell'agosto 2012 di Pine Gap ha affermato che aveva una sezione speciale, nota come "geopit", dotata di "una serie di strumenti. disponibile per la geolocalizzazione ”. Il documento, che utilizzava il nome in codice dell'intelligence statunitense "RAINFALL" per l'installazione di Pine Gap, spiegava: "RAINFALL rileva, raccoglie, registra, elabora, analizza e riporta i segnali PROFORMA raccolti da entità responsabili" , ha detto. I "segnali PROFORMA" sono dati di comunicazione provenienti da radar e sistemi d'arma, come missili terra-superficie, artiglieria antiaerea e aerei da combattimento.

Questa rivelazione fa seguito alla pubblicazione di altri documenti trapelati coraggiosamente da Snowden nel 2013 che mostrava che Pine Gap ha un ruolo centrale in un programma NSA chiamato X-XKeyscore, che raccoglie dati elettronici su persone in tutto il mondo, memorizzando costantemente numeri di telefono, indirizzi e-mail, connessioni e attività dell'utente. Come parte della rete di intelligence globale "Five Eyes" – guidata dagli Stati Uniti e in particolare Australia, Gran Bretagna, Canada e Nuova Zelanda – le agenzie di intelligence australiane hanno un accesso elevato livello di dati NSA, compresi i cittadini australiani.

Le rivelazioni di Snowden hanno confermato i precedenti resoconti dei media sul ruolo di Pine Gap nelle operazioni di assassinio di droni americani.

Nel luglio 2013, il giornalista Phillip Dorling ha scritto un articolo per età e Sydney Morning Herald, basato su fonti anonime, inclusi ex dipendenti di Pine Gap. Ha spiegato che Pine Gap consente ai militari statunitensi di elaborare le comunicazioni elettroniche intercettate e di fornire informazioni sui bersagli ai militari statunitensi "in pochi minuti".

Dorling riferì che il Pentagono era "estremamente dipendente" da Pine Gap per individuare obiettivi contrassegnati per l'esecuzione stragiudiziale da parte del presidente Barack Obama. La struttura fornisce informazioni che "alimentano il programma di sciopero dei droni degli Stati Uniti e altre operazioni militari", con "personale seduto in uffici con aria condizionata nell'Australia centrale direttamente collegati, minuto per minuto, alle operazioni militari statunitensi e alleate in Afghanistan. e, in effetti, ovunque nell'emisfero orientale. "

Dato questo record, sarebbe insolito che l'intelligence di Pine Gap non avesse alcun ruolo nell'assassinio americano del generale Qassem Suleimani, capo della Forza Quds del Corpo della Guardia rivoluzionaria islamica.

I dettagli sull'operazione riuscita continuano a emergere. Secondo New York Times, un drone americano MQ-9 Reaper ha sparato due missili contro un convoglio di veicoli in partenza dall'aeroporto di Baghdad, vicino a un terminal cargo aereo. L'attentato ha ucciso Suleimani, così come Abu Mahdi al-Muhandis, delle forze di mobilitazione popolare sostenute dal governo iracheno e almeno altre tre. L'Iran ha risposto mercoledì scorso lanciando operazioni missilistiche limitate contro due basi militari statunitensi in Iraq, presso le basi aeree di Erbil e Ain al-Assad, nella provincia di & # 39; Anbar.

Le crescenti tensioni hanno spianato la strada all'amministrazione Trump per prepararsi a una devastante guerra di aggressione contro l'Iran, minacciando una conflagrazione molto più ampia che travolge i principali obiettivi dell'attacco. Imperialismo americano, Russia e Cina (vedi "Trump sta aspettando il suo tempo, ma i preparativi perché la guerra contro l'Iran continuerà").

Il governo australiano è complice della condotta della guerra. Canberra è stata direttamente coinvolta in tutte le provocazioni americane in Medio Oriente negli ultimi decenni, compresa l'invasione illegale e l'occupazione dell'Iraq dal 2003. Ora il governo, Ancora incontestato da parte dell'establishment politico, si sta preparando ad allinearsi con un crimine di guerra, l'offensiva del "cambio di regime" statunitense contro l'Iran.

L'assassinio di Solimani evidenzia l'urgente necessità di sviluppare un movimento unificato contro la guerra a livello internazionale. In Australia, tra le principali richieste di un tale movimento, ci sarà la fine immediata e incondizionata dell'alleanza militare americano-australiana e la chiusura di tutte le basi militari e di intelligence collegate agli Stati Uniti, tra cui Pine Gap.

L'autore raccomanda:

Base di spionaggio australiana "critica" per omicidi di droni Obama
(22 luglio 2013)

Snowden conferma le agenzie australiane coinvolte nello spionaggio globale della NSA
(10 luglio 2013)

<! –

->

Contribuire alla lotta per il socialismo nel 2020

Il 2019 è stato un anno di sconvolgimenti sociali di massa. Abbiamo bisogno voi aiutare il WSWS e il CIQI a rendere il 2020 l'anno del rinnovamento socialista internazionale. Dobbiamo ampliare il nostro lavoro e la nostra influenza nella classe lavoratrice internazionale. Se sei d'accordo, fai una donazione oggi. La ringrazio.


<! – commenti sul blog forniti da Disqus ->

La base di spionaggio di Pine Gap in Australia è probabilmente coinvolta nell'assassinio di Qassem Suleimani | Promozione -50%
4.9 (99%) 74 votes
 

Lascia un commento