SpaceX mette in orbita 60 satelliti Starlink con il primo lancio di missili dell'anno [photos] | Promozione -50%

SpaceX ha lanciato un manifesto di lancio da record nel 2020 con una spettacolare combinazione di satelliti Starlink e un razzo Falcon 9, il primo di circa 20 lanci del genere previsti solo quest'anno.

Il booster Falcon 9 B1049 ha supportato la missione, diventando il secondo razzo SpaceX a completare quattro lanci e atterraggi dopo che B1048 lo ha fatto a novembre 2019. Il booster Falcon 9 di Starlink-2 è ora a bordo sicuro del drone Naturalmente I Still Love You e inizia il viaggio di 600 km (375 mi) a Port Canaveral, in Florida, dove sarà probabilmente elaborato e trasformato per un quinto lancio nel prossimo futuro.

Il fotografo Teslarati Richard Angle era a disposizione per catturare l'evento e ha scattato una serie di foto spettacolari del lancio di Spacelink Starlink-2, che vanno dalla visualizzazione eccellente della traiettoria del razzo alla una vista ravvicinata che evidenzia la furia dei nove Merlin 1D dei motori Falcon 9. pochi secondi dopo il decollo.

I booster Falcon 9 Block 5 sono caricati con circa 520 tonnellate (1,2 milioni di libbre) di ossigeno liquido, cherosene raffinato (RP-1), elio ed elio. azoto. A tutto gas, i nove motori Merlin 1D che alimentano ciascun amplificatore Falcon possono produrre oltre 7.600 kN (1,7 milioni di lbf) di spinta, il che equivale a più di 60.737 jet passeggeri incatenati insieme. Allo stesso tempo, ciascuno di questi nove motori Merlin 1D consuma probabilmente più di 270 kg (600 libbre) di ossigeno liquido e cherosene ogni secondo, con i nove motori che si combinano per bruciare l'equivalente di un anno e mezzo di Tesla Model 3 in valore di propellente al secondo.

Un ulteriore passo avanti, le 1.5 Teslas dei propulsori Falcon 9 bruciano ogni secondo ed escono dagli ugelli dei loro nove motori Merlin 1D che viaggiano per quasi 3 chilometri al secondo (1,9 miglia al secondo) – oltre 35 volte più veloci come il più veloce dei venti di uragano registrati. In poche parole, gli scarichi dei razzi di classe orbitale, anche minuscoli, creano un ambiente straordinariamente violento e soprannaturale nei secondi immediatamente successivi al decollo, esagerato dal terreno e dagli equipaggiamenti protettivi che riflettono tutta questa energia e furia.

E Falcon 9 (per non parlare di Falcon Heavy) non è un piccolo razzo. Sebbene sia ancora estremamente difficile ottenere un buon senso di scala guardando le foto di lancio, è sicuro dire che le foto dei nove motori Merlin 1D Falcon 9 poco dopo il lancio sicuramente cattura almeno una piccola sensazione del calore, della rabbia e dello stress sperimentati dalle piattaforme di lancio orbitali di SpaceX. Una delle caratteristiche più evidenti sono le nuvole giganti retroilluminate dai motori a razzo, prodotte come effetto collaterale dell'uso comune dei sistemi di allagamento per proteggere le rampe lanciatori e impedire che i lanciatori vengano danneggiati.

In pochi secondi, il razzo si trova vicino al pad, le pozze d'acqua sono quasi istantaneamente vaporizzate da nuvole di vapore surriscaldate dal suo scarico, quindi scosse violentemente dalle onde d'urto e dalle vibrazioni che verificarsi. In poche parole, il suono da solo – per non parlare del calore o dei detriti sollevati dallo scarico – ucciderebbe o almeno danneggerebbe seriamente un osservatore umano non protetto nelle vicinanze, mentre il calore probabilmente incenerirebbe gli astanti.

Falcon 9 B1048 e tecnici SpaceX a Port Canaveral, intorno a novembre 2019. (Richard Angle)
Falcon 9 B1049 poco dopo il suo quarto lancio. Insomma, è tutto un incendio. (Richard Angle)

Indipendentemente dalla pedanteria di osservare attentamente i lanci di razzi e davvero personale, il lancio di Starlink il 6 gennaio è il primo dei 36 lanci previsti da SpaceX nel 2020, di cui circa due dozzine potrebbero diventare missioni Starlink dedicate. I prossimi due lanci Starlink di SpaceX – Starlink-3 e -4 – dovrebbero decollare alla fine di questo mese.

Consulta le newsletter di Teslarati per aggiornamenti rapidi, approfondimenti sul campo e approfondimenti unici sui processi di lancio e recupero dei missili SpaceX.

SpaceX mette in orbita 60 satelliti Starlink con il primo lancio di missili dell'anno [photos] | Promozione -50%
4.9 (99%) 74 votes
 

Lascia un commento