Trump: ingrandisci ulteriormente lo spazio | Promozione -50%

asset-spazio-forza-militare

Shutterstock

Con un tratto della matita, Donald Trump ha creato un nuovo ramo dell'esercito l'anno scorso. È la prima nuova filiale delle forze armate statunitensi dal 1947.

La Space Force non è esattamente una nuova idea. È una rinascita di un'iniziativa dell'era Reagan che era stata istituita per sorvegliare la difesa missilistica, che l'amministrazione George W. Bush ha riorientato dopo L'11 settembre per concentrarsi sulla guerra in Afghanistan.

Ciò che Trump ha messo in atto è fondamentalmente diverso, e potenzialmente più inquietante, rispetto alla precedente incarnazione.

A differenza di quasi tutto ciò che Trump ha toccato, questo pasticcio non ha generato quasi nessuna controversia. Il Congresso ha approvato l'iniziativa di Trump, che è stata incorporata nell'annuale legge sulla liquidazione della difesa nazionale, con un schiacciante voto bipartisan alla fine del 2019. Non sono state solo poche le voci di protesta sono stati sollevati contro questa straordinaria espansione del militarismo americano, ma hanno anche generato qualche elogio inaspettato.

in Il Washington Post, ad esempio, all'inizio di dicembre David Montgomery ha scritto un lungo encomio nella sezione rivista intitolato "Trump's Excellent Space Force Adventure".

Creare una forza spaziale è senza dubbio una grande idea, per la quale Trump può giustamente entrare nella storia, insieme a tutte le altre cose che ricorderà. Non proprio Sono tentato di ridere di me stesso mentre scrivo queste frasi perché anch'io ho salutato le notizie della Space Force con incredibili risate … Quello che mi mancava in quel momento, tuttavia – e ciò che non tutti apprezzano della Forza spaziale sembra apprezzare – è la gamma di problemi che potrebbero sorgere se altri paesi fossero in grado di stabilire la supremazia militare extraterrestre.

Sarebbe un articolo facile da liquidare se David Montgomery fosse uno degli sciocchi a destra, come il editorialista Marc Thiessen, che il Pubblicare pubblica regolarmente. Ma no, Montgomery è un ottimo giornalista che ha coscienziosamente coperto i problemi del lavoro e dell'attivismo progressivo, anche se il resto dell'universo dei media ha gridato nella direzione opposta.

Questo significa prendere molto seriamente il suo articolo e questo argomento. Cos'è esattamente questa forza spaziale? E perché l'ultimo contributo di Trump a garantire il "dominio completo dello spettro" degli Stati Uniti è stato così facile da vendere?

Il prossimo grande combattimento

La nuova Space Force è appena decollata.

L'ex capo del Pentagono Jim Mattis era così fico che a luglio 2017 scrisse una lettera al Congresso dichiarando la sua opposizione sulla base del fatto che avrebbe creato, tra le altre cose, inutili burocrazie militari . Ma la proposta aveva un supporto bipartisan per il Congresso – Mike Rogers (R-AL) e Jim Cooper (D-TN) del Comitato dei servizi armati della Camera – e un promemoria entusiasta anche a Donald Trump. Quindi esplose attraverso il Congresso quando tutte le altre iniziative furono bloccate.

La Space Force sarà composta da varie agenzie esistenti. I suoi 400 dipendenti sono temporaneamente stabiliti in una base aerea. Il suo secondo in comando viene dallo spazio dell'esercito e dal comando di difesa antimissile. Supervisionerà più di 70 unità spaziali dell'esercito, della marina e dell'aeronautica. Presto impiegherà 16.000 persone, ma tutte hanno precedentemente lavorato per il comando spaziale dell'aeronautica.

Il suo budget sarà di circa $ 40 milioni. Non è un sacco di soldi in termini di Pentagono, poiché l'ultimo budget ha fornito all'Aeronautica $ 3 miliardi per il solo bombardiere B-21 e la Marina un enorme $ 34 miliardi per la costruzione navale. Ma aspettatevi aumenti significativi nelle allocazioni future. Dopotutto, il budget militare contiene circa $ 14 miliardi per operazioni spaziali distribuite tra i vari servizi. Quando si tratta della Forza spaziale, nemmeno il cielo è il limite.

Come ogni agenzia governativa appropriata, la massima priorità della Forza spaziale è la pianificazione, secondo il suo nuovo capo, il generale Jay Raymond: "Il suo comando è creare elementi di pianificazione integrati da integrare con altri comandi. Il personale di gestione è già stato assunto e il comando si sta preparando a costituire le prime squadre nel comando europeo, nel comando indo-pacifico e nel comando strategico degli Stati Uniti. "

Implica anche il coordinamento con gli alleati. La Space Force sta già collaborando come un matto con partner europei e asiatici.

Tutto ciò sembra benigno: piano, collegamento. Ma non dimentichiamo lo scopo di questo nuovo ramo dell'esercito. Ha assunto la responsabilità del comando strategico – responsabile dell'arsenale nucleare americano – per qualsiasi guerra che si svolge nello spazio.

Come ha affermato il capo del Pentagono Mark Esper, la Forza Spaziale "ci consentirà di sviluppare un gruppo di guerrieri che sono adeguatamente organizzati, addestrati ed equipaggiati per scoraggiare l'aggressione e, se necessario, per combattere e vincere nello spazio … La prossima grande battaglia potrebbe benissimo iniziare nello spazio e l'esercito americano deve essere pronto. "

Corsa allo spazio

Per quanto riguarda le armi nucleari, i droni e la guerra informatica, è troppo tardi per gli Stati Uniti per trasformare il loro primo vantaggio tecnologico in una moratoria globale sulla produzione. Dal momento che ha deliberatamente perso tali opportunità per il disarmo multilaterale, Washington ora si sente obbligato a spendere decine di dollari per assicurarsi che mantenga un vantaggio significativo sui suoi vari avversari, apparentemente per scoraggiare cattivi per usare le loro armi.

Lo stesso vale per lo spazio. "L'obiettivo finale è quello di scoraggiare una guerra nello spazio", scrive David Montgomery. "Dal punto di vista del Pentagono, lo spazio deve essere visto come un'area di guerra proprio per mantenerlo in pace."

Bene, questo è quello che dice sempre il Pentagono. Questo è il motivo per cui si definisce un "Dipartimento della Difesa" per oscurare ciò che è realmente: un ufficio dedicato alla guerra, non solo per scoraggiarlo. Per quanto riguarda lo spazio, il Pentagono vede uno spazio di espansione praticamente illimitato.

Secondo il modello di "deterrenza", tuttavia, una tale espansione richiede un pericolo chiaro e presente. Una delle principali vulnerabilità identificate dal Pentagono nello spazio è il complesso statunitense di satelliti commerciali e militari.

La paura che altri paesi distruggano le risorse statunitensi in orbita attorno alla Terra è in circolazione da qualche tempo. Durante l'amministrazione Carter, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica iniziarono a negoziare un divieto di armi anti-satellite (ASAT). L'amministrazione Reagan abbandonò questi colloqui, in gran parte perché temeva di frenare il caro progetto del presidente President "Star Wars" di costruire un massiccio sistema di difesa missilistica.

Le due parti hanno quindi iniziato a costruire ASAT e altri si sono uniti alla gara. Fino ad oggi, nessun paese ha effettivamente utilizzato questa tecnologia per abbattere il satellite di un altro paese. Piuttosto, l'hanno usato solo per abbattere i propri satelliti – come test di capacità. Questo è esattamente ciò che fanno quattro paesi: Stati Uniti, Russia, India e Cina.

Tuttavia, non è così facile rimuovere un satellite. I satelliti GPS e di comunicazione orbitano ad altitudini superiori a quelle che un ICBM può raggiungere. Un razzo spaziale potrebbe fare il trucco, ma costerebbe un sacco di soldi e richiederebbe ancora più colpi per interrompere le comunicazioni.

Un'altra opzione sono i "satelliti killer", armi in orbita che possono eliminare i satelliti vicini. Gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di aver schierato quattro di queste potenziali armi. La Russia ha risposto che questi piccoli satelliti hanno uno scopo completamente diverso: riparare altri satelliti che hanno subito malfunzionamenti. In verità, è difficile discernere dall'esterno l'obiettivo finale di questi veicoli di riparazione: rimediare a un satellite amico o scuotere un satellite ostile. Questi sono i pericoli insiti nei sistemi a duplice uso.

Esiste poi la minaccia di veicoli ipersonici che possono schierare satelliti, assassini o altro, nonché potenzialmente condurre operazioni nello spazio. La Cina sta lavorando su un aliante ipersonico, proprio come la Russia. Il presidente russo Vladimir Putin ha fatto scalpore alla fine del 2019, annunciando un nuovo missile russo in grado di volare 27 volte più veloce del suono. Tali sistemi rendono assolutamente inutile qualsiasi sistema di difesa antimissile, che già affronta importanti sfide nel reprimere i missili convenzionali.

Gli Stati Uniti hanno testato il proprio missile ipersonico. Lockheed Martin sta sviluppando un nuovo SR-72 ipersonico, che sarebbe un drone combinato e un bombardiere stealth. DARPA ha collaborato con Boeing per mettere in servizio un velivolo ipersonico, che si trova a metà strada tra un velivolo tradizionale e un razzo. Il Pentagono ha anche sviluppato il suo piano spaziale militare X-37b, che non è progettato per un uso militare, ma solo per testare nuove tecnologie satellitari (un'affermazione francamente dubbia).

Guerra contro i mondi

Una terza area di conflitto spaziale – oltre alle armi che entrano nello spazio in direzione di bersagli terrestri e alle armi che si bersagliano nello spazio – riguarda il territorio e le risorse delle lune e dei pianeti vicini .

Questo può sembrare inverosimile, poiché nessun paese sembra vicino a creare qualcosa come una base sulla luna o su Marte. Ma i militari sono famelici nelle loro ambizioni. E avranno sempre i loro visionari – leggi: kooky – booster come Newt Gingrich, che vuole fare squadra con Trump sulla sua idea di colonizzare lo spazio, "occupare la luna, sviluppare la luna e continuare su Marte".

Proprio come nazioni potenti si arrampicano per rivendicare un territorio nell'Artico che è diventato accessibile a causa dei cambiamenti climatici, questi cadetti spaziali cercano di rivendicare un insieme ancora più ampio di beni comuni che si trovano oltre di questo pianeta.

Basta ascoltare il maggiore generale John Shaw, capo delle operazioni spaziali Comando delle operazioni spaziali: "Ho detto alla squadra: 'Non pensare al servizio di guerra per il prossimo decennio. Crea un servizio di guerra o del 22 ° secolo. Come sarà la guerra alla fine di questo secolo e del prossimo? »»

In altre parole, chiediamo al Congresso un assegno in bianco da spendere per qualsiasi pazza idea che potremmo avere sul futuro della guerra.

In un rapporto dell'Aeronautica pubblicato a settembre, il personale militare e gli accademici hanno immaginato vari scenari spaziali per il 2060. Gli scenari "positivi" – intitolati Star Trek, Garden Earth ed Elysium – presumono tutti che gli Stati Uniti La coalizione mantiene la sua leadership nello spazio e ha introdotto leggi e processi del mondo libero che hanno portato a una significativa espansione globale civile, commerciale e militare nello spazio e hanno generato significative fonti di entrate. "

Mi sembra un colonialismo extraterrestre, sebbene al momento senza che gli indigeni sterminino per primi. Non sorprende che, in questi scenari, gli Stati Uniti mantengano la propria leadership attraverso una schiacciante potenza militare dispiegata nella stratosfera e oltre.

Gli scenari "negativi" – intitolati Zhang He (sic), Sogno di Xi e Frontiera selvaggia – presumono che una "nazione alternativa" porti nello spazio o che nessun vincitore emerga dalla vigorosa competizione nazionale.

Non è un mistero quale sia questa "nazione alternativa".

Zheng He era un grande esploratore del 15 ° secolo che avrebbe potuto stabilire la Cina come la principale potenza coloniale nel mondo se l'imperatore all'epoca non avesse deciso di concentrarsi su affari più stretti da casa sua. Xi è, ovviamente, il leader cinese Xi Jinping e il suo sogno di una Cina prospera e potente.

Il rapporto non menziona il controllo degli armamenti, i negoziati internazionali per preservare i beni comuni dello spazio o persino i pericoli di una corsa allo spazio militare. Invece, questi pensatori del cielo blu potevano solo immaginare una battaglia tra gli Stati Uniti e l'egemonia crescente su tutti i marmi.

Ed è qui che si incrociano anche con Trump. In una riunione del National Space Council nel 2018, ha dichiarato:

Voglio anche dire che quando si tratta di spazio, troppo spesso, per troppi anni, i nostri sogni di esplorazione e scoperta sono stati davvero sprecati dalla politica e burocrazia, e l'abbiamo eliminata. Così importante per la nostra psiche, quello che fai. Sarà importante finanziariamente e militarmente. Ma così importante per qui – la psiche. Non vogliamo che la Cina, la Russia e altri paesi ci guidino. Abbiamo sempre guidato.

E gli Stati Uniti l'hanno fatto. Abbiamo sempre mostrato la strada progettando tecnologie distruttive e, per molti decenni, usandole per condurre la guerra in tutto il pianeta.

L & # 39; alternativa

I primi tentativi di estendere il controllo degli armamenti allo spazio cosmico hanno avuto luogo negli anni 1960. Il trattato sul divieto di prova limitato ha vietato i test nucleari nello spazio. Il Trattato sullo spazio esterno del 1967 ha vietato le armi di distruzione di massa dallo spazio, ma tutti i tentativi di vietare le armi convenzionali sono falliti. Cina e Russia hanno proposto qualcosa di simile. Il più grande avversario? Gli Stati Uniti, che sostengono che il trattato proibisce solo le tecnologie che attualmente la Cina e la Russia non hanno.

Forse – ma ciò non impedisce agli Stati Uniti di avviare negoziati su vari meccanismi di smilitarizzazione spaziale. La ripresa dei negoziati per vietare le armi anti-satellite sarebbe un buon inizio, ma al momento potrebbe essere troppo ambiziosa.

Pertanto, la cooperazione tra le principali potenze spaziali potrebbe iniziare con un adeguato meccanismo di rafforzamento della fiducia, come un'iniziativa congiunta per gestire lo spreco di spazio.

Gli europei stanno cercando di armonizzare varie iniziative nazionali per affrontare tutti i detriti che circondano la terra. Ci sono 14.000 pezzi di immondizia di oltre 4 pollici di diametro (pezzi di satellite, stadi di razzi) e anche oggetti più piccoli possono causare danni irreparabili a un veicolo spaziale. Gli Stati Uniti potrebbero adottare un approccio proattivo ai beni comuni lavorando con gli altri per ripulire lo spazio, non solo catalogando il problema come attualmente.

Purtroppo, la pulizia dei rifiuti è anche un tratto per l'amministrazione Trump, dato che è cieco nei confronti delle questioni ambientali, anche se i rifiuti rappresentano un pericolo per la sicurezza nazionale.

Ma ciò che gli Stati Uniti stanno attualmente facendo con la nuova Space Force è la peggiore risposta al problema dell'aumentata militarizzazione dello spazio. Crea uno "spazio" immaginario in cui gli Stati Uniti devono spendere soldi per la chiusura, proprio come i vari spazi tra missili e bombardieri della fine del XX secolo. Ciò aumenterà il rischio di conflitto nello spazio, non ridurlo.

La Space Force è un enorme elefante bianco, peggio del sistema di difesa antimissile dell'era Reagan soprannominato Star Wars. In realtà, è infinito Star Wars, sequel dopo sequel nelle sale militari vicino a te. Anche nell'improbabile caso in cui tutto sia calmo sul fronte della terra, la nuova Space Force e la sua promessa di proteggere l'universo dai cattivi serviranno a giustificare i budget astronomici del Pentagono per i decenni a venire.

Trump: ingrandisci ulteriormente lo spazio | Promozione -50%
4.9 (99%) 74 votes
 

Lascia un commento